Come Stirare con una Pressa da Stiro

Molti capi d’abbigliamento richiedono attenzione per eliminare le pieghe durante la fase di stiratura. Invece di correre in lavanderia con tutta la biancheria, la pressa a vapore può rappresentare una soluzione per fare il lavoro a casa.

Semplice da usare come un ferro da stiro, ma con una maggiore potenza di emissione di vapore, la pressa potrebbe farti risparmiare tempo e denaro nel lungo termine.
Sul mercato esistono diversi modelli, più o meno professionali, che possono essere scelti facendo riferimento a questo sito sulla stiratrice a pressa. In questa guida spieghiamo invece come utilizzare questi dispositivi.

Per iniziare, riempi il serbatoio dell’acqua della pressa a vapore e scegli l’impostazione della temperatura adatta per i panni da stirare. Accendi la pressa e lasciala riscaldare per un minuto.

Posiziona il capo sulla base della pressa e premi con il coperchio per eliminare le pieghe.
Se il capo da stirare è molto grande, procedi per sezioni. Pressando una parte alla volta, in modo da eliminare tutte le pieghe presenti sulla superficie.

Una volta terminato di premere l’intera superficie del capo e avere eliminato le pieghe precedentemente esistenti, spegni la pressa a vapore e lasciarla raffreddare per circa un minuto prima di riporla.

Come abbiamo visto, l’utilizzo di una pressa a vapore è molto semplice.

Come Fare un Nodo alla Cravatta Perfetto

Nonostante fare un nodo alla cravatta non sia così complicato, per alcuni uomini questa azione risulta più difficile di quanto sembri. E allora perché continuare a chiedere alla propria moglie/fidanzata di annodare la cravatta (rischiando di trovarsi un cappio intorno al collo) quando con poche mosse si può imparare a risolvere questo “Nodo di Gordio”?

La cravatta ha origine dal foulard che i soldati francesi di Luigi XIII indossavano al collo per coprirsi dal freddo. Tuttora ha grande importanza, così come i diversi nodi con cui portarla esprimono la personalità di chi la indossa.

Il nodo semplice è il più classico e popolare, poiché si adatta a tutti i tipi di cravatta e di colletto. Per prima cosa bisogna sollevare il collo della camicia e posizionare la cravatta, quindi incrociare la gamba sopra la gambetta, per poi farla passare sotto di essa e di nuovo riportarla sopra la gambetta. Allora si deve mettere l’indice nel nodo e far scorrere la gamba sotto la cravatta, verso l’alto, tirare e stringere l’anello. Questo tipo di nodo è adatto agli uomini medio-alti.

Il nodo doppio è adatto agli uomini meno alti, utilizzabile con tutte le camicie e con tutte le cravatte, ma non con quelle molto spesse. La procedura è simile a quella del nodo semplice, eccetto il fatto che la gamba deve ruotare due volte intorno alla gambetta prima di passare nell’anello.

Il nodo Windsor, è un nodo molto elegante, da utilizzare nelle occasioni importanti, ma talvolta più complicato da fare. E’ adatto con le camicie dai colletti alti. Bisogna prima di tutto passare la gamba sopra la gambetta, girare la sua estremità sotto di essa e farla uscire da davanti.

In seguito passare di nuovo la gamba sotto la parte più stretta e farla uscire da sinistra, per poi riportarla verso destra e alzarla tirando attraverso il nodo. Ora rifarla passare dentro il nodo, e stringere per sistemarlo.

Come Fare Mangiare la Frutta ai Bambini

Quale genitore non ha mai faticato per far mangiare un pò di frutta al proprio bimbo? Spesso ci arrendiamo e ricorriamo a succhi di frutta o comunque a dei surrogati, a meno che non si disponga di un estrattore di succo manuale, mentre un salutare frutto, con le sue proprietà, è certamente meglio. Bene, con qualche piccolo trucco ti insegno come far mangiare un frutto al tuo bimbo, usando un gioco di prestigio.

Per le sue proprietà, la frutta è molto importante per l’alimentazione dei bambini. Ma quando il tuo bimbo fà i capricci perchè non vuole mangiarla, come fare? Ricorri al trucco che ora ti spiego. Prendi un ago grande, di quelli usati in sartoria, sterilizzalo molto bene usando un prodotto sterilizzante.

Prendi il frutto, per esempio una banana o un kiwi (a mio avviso sono i due frutti più adatti per il nostro gioco di prestigio), inserisci l’ago nel frutto e muovilo all’interno, per creare delle fette, ma fai molta attenzione a non rovinare la buccia. Ripeti questa operazione per tutta la lunghezza del frutto.

Dovresti quindi avere un frutto affettato all’interno ma integro esternamente (se riesci a fare dei buchi piccoli per inserire l’ago sembrerà veramente una magia). Chiedi quindi al tuo bimbo di pronunciare le parole magiche (tipo sim-sala-bim o qualcosa di simile che a lui piace), fagli sbucciare il frutto e goditi lo stupore dei suoi occhi quando vedrà che il frutto si è affettato con il gioco di prestigio. Vedrai che lo mangerà e sarà impaziente di ripetere il tutto al prossimo frutto.

Come Fare la Macedonia

Preparare la macedonia di frutta potrebbe sembrare una cosa semplicissima che non richiede suggerimenti sulle modalità di creazione. Anche per fare le cose più banali bisogna avere stile e buon gusto. Vediamo in che modo valorizzare le qualità dei diversi frutti.

Decidi la frutta che vuoi mettere nella tua macedonia. Più è mista, più soddisfa i gusti dei tuoi ospiti. Ti consiglio di usare i frutti classici che riesci a trovare sempre in commercio come le pere, le mele e le banane. Poi aggiungi anche il frutto tipico del periodo. Ora taglia metà della frutta a pezzetti della grandezza che preferisci.

Metti i primi pezzetti in un contenitore e aggiungi un po’ di succo di limone poi continua a tagliare il resto della frutta e fai la stessa operazione. Il succo del limone è molto importante sia per impedire l’ossidazione della frutta che comporterebbe l’annerimento della stessa, sia per valorizzare il succo che si crea dalla frutta.

Aggiungi lo zucchero e mischia il tutto cercando di non frantumare i pezzettini di frutta. Aggiungi al tutto un po’ di succo di arancia per arricchire il misto di gusti fruttati. Come ultima operazione metti la sambuca in quantità a piacere a seconda dei tuoi gusti. Per rendere la tua macedonia particolare puoi usare come contenitore o un’anguria o un’ananas o un melone svuotato.

Come Fare la Louboutin Manicure

Ultima novità dal mondo della moda per la bellezza e lo stile delle donne più fashion: la louboutin manicure. Una manicure che si ispira ai colori delle famosissime e amate scarpe dello stilista di fama mondiale Christian Louboutin. Un’idea assolutamente da provare.

La manicure che ti propongo è adatta per unghie molto lunghe e ben delineate. Provala se hai delle belle unghie forti e sane e sopratutto lunghe e resistenti. Conosci sicuramente le scarpe del famoso stilista francese Christian Louboutin che si distinguono per il contrasto del nero tinta unita della scarpa con suola rosso fuoco. Immagina lo stesso per le tue mani.

Vediamo come farla insieme. Sulle mani pulite stendi un velo di crema idratante e massaggia dalle dita alle unghie. Fai assorbire bene la crema, le mani non devono essere appiccicose o scivolose. Aggiusta la lunghezza delle unghie con una limetta. Se la forma delle tue unghie te lo permette tendi al quadrato più che al rotondo.

Stendi lo smalto nero nella parte superiore delle unghie come fai solitamente. Fai asciugare bene. Colora di rosso la parte interna delle unghie. Stendere lo smalto nella parte interna dell’unghia è più difficile, ti consiglio di utilizzare un pennellino sottilissimo (tipo quelli che usi per stendere il lucida labbra) e di fare dei tratti dal basso verso l’alto.

Usa uno smalto nero mat cioè non lucido e a lunga durata, non deve avere nè pigmenti nè sfumature di nessun genere. Se lo acquisti in profumeria o negozi specializzati chiedi un “assolute black”. Per il rosso scegline uno vivo, rosso fuoco ottimo se lucido o laccato, a lunga durata e asciugatura rapida. Deve essere in contrasto con il nero e attirare lo sguardo.