Come Scegliere un Frullatore

Il frullatore ad immersione è un tipo particolare di frullatore che ha avuto molto successo dal punto di vista commerciale negli ultimi anni per la sua utilità, maneggevolezza, facilità di pulizia e soprattutto per il piccolo ingombro rispetto ad un frullatore tradizionale.

La differenza sostanziale rispetto ad un frullatore standard è il fatto che viene immerso direttamente nel contenitore contenente il cibo da mescolare, quindi non possiede un contenitore proprio, ma semplicemente viene inserito in un contenitore esterno. Il frullatore, inoltre, non deve essere confuso con la centrifuga.  Rispetto ad un frullato, con la centrifuga si ottiene un basso contenuto di fibre visto che che dagli ingredienti impiegati si estrae il succo. Visto che si tratta di un procedimento che si ottiene rapidamente mentre la macchina lavora ad alta velocità, c’è il rischio di riscaldare la frutta e perdere alcuni principi nutritivi. Per dettagli su questi strumento è possibile vedere questa guida sulla centrifuga frutta e verdura.

Il frullatore risulta essere una soluzione molto versatile per frullare, montare, tritare, grattugiare in maniera veloce, senza troppi ingombri. Inoltre in certi casi lo si preferisce per forza di cose ad un frullatore tradizionale perché, non possedendo un contenitore proprio, il frullatore ad immersione può essere utilizzato anche all’interno di pentole di grandi dimensioni, così da non avere il problema della grandezza del contenitore.
I suoi utilizzi più comuni sono la montatura della panna, preparazione di salse o di frullati di verdura o di frutta, preparazione della maionese o di cocktail. E’ possibile addirittura utilizzarlo in cibi o salse calde direttamente in pentola.

Unico accorgimento rispetto al frullatore tradizionale è che bisogna sapere come utilizzarlo e come muoverlo una volta immerso, altrimenti si rischia di sporcare in un batter d’occhio tutta la cucina&ma; dopo i primi utilizzi non risulta particolarmente complicato il suo utilizzo. L’errore più comune degli utilizzatori novelli è ad esempio il non immergerlo fino in fondo o sufficientemente a fondo nel cibo da tritare.

Sono sviluppati in lunghezza e anche nel loro caso la potenza può variare notevolmente da modello a modello (tra i 150 e i 600 watt). Alcuni modelli hanno solo la funzione di base mentre altri combinano la funzionalità di sbattitore. La velocità è generalmente regolabile.

E’ possibile acquistarlo nei supermercati generici oppure nei supermercati più specializzati in elettrodomestici, ma il nostro consiglio è di girare tra le offerte che trovate in internet dove è possibile godere di una scelta più vasta, prezzi inferiori e la comodità di ricevere l’apparecchio direttamente a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *